il coro

Il coro Alpe Adria nasce a Treppo Grande in provincia di Udine nel 1990 per opera di un gruppo di persone con la passione per il canto e la voglia di promuovere l'identità friulana con la musica. La scelta del nome "Alpe Adria" fu ispirato da quello della "Comunità di Lavoro Alpe Adria", perché c'era la consapevolezza di essere il coro di una piccola regione con la volontà di muoversi in un territorio più grande e dal respiro internazionale, proprio come la Comunità Alpe Adria che è un insieme di 17 regioni divise in 5 stati ma unite da un senso comune di appartenere a qualcosa di più grande.

La scelta musicale è stata da subito quella di conservare integra la melodia popolare e creare un contatto vivo con il pubblico, così oltre a brani classici di musiche sacre, il repertorio consiste soprattutto di canti popolari friulani, a cui sono stati affiancati altre musiche del folclore nazionale e internazionale. Negli ultimi anni, con il crescere dell'esperienza e della capacità tecniche dei coristi, il repertorio si è arricchito di alcune arie di musica lirica, ma sempre con l'idea di cantare la poesia, l'amore, la fede, la vita di tutti i giorni della gente comune.

Il coro ha mosso i primi passi in regione sotto la direzione del maestro Giovanni Menotti. Nel 1991 prende il posto di direttore il maestro Antonio Colussi detto Toni Colus che oltre a insegnare le tecniche del canto, ha insegnato che la musica è "una trasmissione di affetti e di sensazioni che colpiscono la mente e l'anima" e che cantare insieme significa "esprimere la propria libertà puntando ad un bene supremo che è l'armonia". Sotto la sua direzione nel 2001 il coro vincerà il primo premio al concorso regionale per cori friulani.

Attualmente il Coro è composto da ventisette voci miste, ed è diretto dal maestro Nicola Pascoli, tenore di livello internazionale.

Il coro oggi fa una media di almeno trenta concerti all'anno , non solo in regione ma anche in tutta Italia e all'estero. Ha infatti portato le sue musiche in Slovenia, Croazia, Austria, Ungheria, Svizzera, Canada, Belgio, Argentina, Spagna, Cecoslovacchia, Romania ottenendo apprezzamenti lusinghieri da parte della critica e del pubblico.
Fin dal 1990, ogni anno il coro organizza la rassegna corale "Alpe Adria - Europa dei popoli", invitando a cantare in friuli i cori provenienti da tutte le regioni della comunità Alpe Adria.

Accanto all'attività strettamente concertistica, il coro svolge un'importante opera di diffusione della ricerca etnomusicologica inerente il caratteristico canto popolare friulano: la villotta. Ha infatti collaborato con il ricercatore Mario Macchi alla stesura del volume "Etnofonia friulana: breve storia della villotta friulana", la prima ricerca scientifica su questo argomento, e alla antologia corale "Vos da l'anime" (Voci dell'anima).

Nel 2005 il coro ha prodotto "Da li smonts insin al mar", un cofanetto contenente 2 cd, uno di musica profana e uno di musica sacra. Invece nel 2010, in occasione del ventennale ha registrato il cd "Notis dal cur, cjantin le nestre storie", un mix di coralità suggestive.